I telefoni più progettati di tutti i tempi, secondo gli esperti

Siamo costantemente inondati di affermazioni sull'ultimo e più grande design del telefono. Ecco cosa hanno da dire gli esperti.

I telefoni più progettati di tutti i tempi, secondo gli esperti

Ad ogni lancio di smartphone, sentiamo la stessa cosa dai produttori di telefoni: questo è il miglior telefono di sempre. Ovviamente non potevano dire altro. Ma il miglior telefono di sempre è un titolo profondamente soggettivo, che si tratti del giudizio del CEO di Apple Tim Cook, del CEO di Google Sundar Pichai o di un anonimo recensore di Amazon. Quindi abbiamo deciso di chiedere agli esperti: qual è il telefono meglio progettato di tutti i tempi? Vedi sotto per le selezioni dei principali designer e pensatori del design, oltre al Azienda veloce personale.

bandiere che sembrano bandiera americana



[Foto: Stephen Foskett/ Wiki Commons ]

Mora

Dì quello che vuoi sugli smartphone BlackBerry e sul Momento culturale di Alex P. Keaton hanno generato, ma la loro popolarità esplosiva negli anni precedenti ha evidenziato un'importante intuizione dell'utente: il miglior design non è sempre il più bello o il più elegante, è quello che ti aiuta a fare merda. Con le loro interfacce utilitarie e le tastiere QWERTY miniaturizzate, i BlackBerry di un tempo erano l'ideale per effettuare chiamate e intercettare e-mail, e non molto di più. Erano strumenti di produttività nel senso più stretto: il tuo squallido computer da ufficio reso piccolo. Confrontalo con i telefoni touch-screen di oggi, bellissime lastre di vetro che ti invogliano a scorrere, toccare e pizzicare all'infinito, prendendo il controllo non solo della tua vita lavorativa ma anche della tua vita sociale (e forse anche della tua anima). La completa mancanza di fascino di BlackBerry è stata una risorsa: un promemoria per spegnere il telefono e vivere un po', non appena hai inviato l'ultima email al tuo collega. –Suzanne LaBarre , Editore anziano, Azienda veloce



[Foto: Cooper Hewitt/Smithsonian Design Museum/ Wiki Commons ]

Enorme

Il mio telefono preferito sarebbe probabilmente l'Enorme, progettato da Ettore Sottsass e David Kelley. Adoro ancora la sua strana atmosfera: esattamente metà della tuta degli anni '80 e metà Mondrian. I look da soli raccontano questa storia di come la bellezza viene adattata e aggiornata, remixata e riutilizzata, perché la bellezza è uno strumento come qualsiasi altra cosa, usato per farti desiderare qualcosa. Ma c'è anche un'altra tensione. Kelley ovviamente ha co-fondato Ideo. È il più famoso evangelista della filosofia di design dominante di oggi: che il design riguarda il rispetto delle esigenze dell'utente. Sottsass rappresentava un'idea completamente diversa. Ha incarnato il designer come artista, guidato da una visione personale. Che Kelley e Sottsass si siano messi insieme per creare un telefono è questo perfetto incapsulamento degli impulsi concorrenti del design. - Scogliera Kuang , UX designer e autore del libro di prossima uscita Di facile utilizzo



[Foto: mela]

iPhone (originale)

Il mio telefono preferito di gran lunga, di gran lunga, di gran lunga è l'iPhone originale. Ha rappresentato il più grande balzo in avanti di qualsiasi design di telefono, forse il più grande balzo in avanti di qualsiasi prodotto in qualsiasi categoria a cui ho assistito nella mia vita. Praticamente qualsiasi telefono disponibile per l'acquisto ora ovunque prende ancora i suoi principali spunti di design da quella svolta significativa. –Stefan Sagmeister , partner, Sagmeister & Walsh

[Foto: mela]

iPhone 3G



Il più grande iPhone è stato l'iPhone 3G, il telefono che ha battuto il Motorola RAZR e ha trasformato il telefono cellulare tradizionale in uno smartphone. Sì, la storia potrebbe anche ricordare il 3G come il primo iPhone di plastica che ha abbandonato il retro in metallo. Forse questo significa che non invecchia altrettanto bene nelle foto, ma i telefoni non sono fatti per essere fotografati, sono fatti per essere tenuti in mano. E il posteriore arrotondato del 3G si trovava nel palmo della mano come se fosse stato creato per te, con una preoccupazione fondamentale per l'ergonomia che superava il prepotente zelo di Apple per la magrezza. L'iPhone 4 diventerebbe una lama di rasoio affilata nella tua mano e Apple non si avvicinerebbe più al livello di comfort del 3G fino all'iPhone 7 con il suo schermo in vetro curvo (che, per quel che vale, è il mio secondo iPhone preferito). Tuttavia, il 3G è stato più che una testimonianza del design industriale di Apple. È stato anche il primo iPhone a realizzare il potenziale di connettività dello smartphone. Con le velocità 3G, una meraviglia all'epoca, potevi davvero navigare sul Web senza Wi-Fi. E ancora più importante, il 3G è stato il primo iPhone su cui è stato preinstallato l'App Store, che ha stabilito sia la distribuzione del software che il modello di pagamento per miliardi di smartphone a venire. –Mark Wilson , scrittore anziano, Azienda veloce

[Foto: mela]

1010 significato in amore

Iphone 4

Ho posseduto un iPhone 4 fino al 2016. Era un piccolo dispositivo perfetto che si adattava perfettamente alla mia mano e alla tasca laterale del mio zaino preferito. Non aveva un lettore di impronte digitali che non funziona la metà delle volte, o infinite notifiche su come il mio spazio di archiviazione iCloud è quasi pieno. Il suo schermo era molto più piccolo del mio telefono ora, ma aveva senso: non avevo bisogno di vedere così tante app contemporaneamente, con i loro fastidiosi avvisi di notifica rossi. Non capivo perché avessi bisogno di uno schermo più grande, che sapevo avrebbe reso difficile la digitazione con una mano. Non mi rendevo conto di quanto l'iPhone 4 avesse funzionato senza sforzo fino a quando non è morto improvvisamente dopo averlo lasciato sul lato della vasca e si è schizzato una volta di troppo. Il giorno dopo ho preso in mano il mio iPhone 6s, che ora sembra semplicistico rispetto alla sfilza di telefoni che Apple ha appena rilasciato. Ha ancora una porta per le cuffie, dopotutto. Man mano che i nostri telefoni diventano più complessi, con più velocità e fotocamere migliori e schermi più grandi, mirano a diventare sempre più indispensabili per noi, assicurandoci che ci affidiamo a loro per mediare ogni interazione e guidarci attraverso il mondo. Ma a volte desidero la semplicità del mio iPhone 4, ancora un'impresa di design e ingegneria, che è solo un po' più piccola e molto più semplice. –Katharine Schwab , Editore associato, Azienda veloce



[Foto: mela]

iPhone SE

Ho adorato l'iPhone 4. Quando l'ho visto per la prima volta , sembrava il telefono più bello di sempre. La simmetria di quel sandwich di ossidiana tenuto insieme da un semplice nastro d'acciaio mi ha ricordato il meraviglioso Progetti di elettronica di consumo Braun degli anni '70 . Ma è la perfezione estetica è stata guastata dalla sua estrema fragilità : 'Il vetro non è un buon materiale per realizzare prodotti che vengono costantemente spostati, sotto stress e nelle mani degli utenti', ho scritto all'epoca. 'Il vetro si rompe'. Ecco perché l'iPhone 5 è diventato il design perfetto di Apple. In effetti, è diventato l'apice del design dei telefoni, punto. Ha mantenuto l'ethos dell'iPhone 4 adottando un materiale, un retro completamente in alluminio, onesto e funzionale, proprio come I principi di Dieter Rams dettano . L'essenza dell'iPhone 4 era lì, con uno schermo leggermente più grande ma comunque gestibile. Alla fine, l'iPhone 5 è diventato l'iPhone SE, che aveva il coraggio dell'iPhone 6s, rendendolo molto veloce e in grado di registrare video 4K. Ecco perché l'iPhone SE, nonostante non sia bello come l'iPhone 4, è diventato il mio telefono Apple preferito di tutti i tempi. Peccato Apple l'ha appena ucciso . –Gesù Diaz , scrittore collaboratore, Azienda veloce

[Foto: mela]

iPhone 7

Un buon design del prodotto funzionale non dovrebbe essere polarizzante o superfluo. Deve continuare a migliorare l'integrità del prodotto e fornire un'esperienza complessiva migliore rispetto all'ultima iterazione. Non ci dovrebbero essere discussioni lì. Per questo motivo, credo che l'apice del design dei telefoni cellulari sia l'iPhone 7. Era più sottile, più veloce, più forte e, con l'introduzione degli AirPods, è stato liberatorio. Finora ha rappresentato l'esecuzione più impeccabile delle funzionalità, senza nuovi compromessi, ma non dimentichiamo che siamo ancora nella fase iniziale di ciò che è e potrebbe essere un 'telefono cellulare'. - Imran Chaudhri , designer e inventore

[Foto: utente Flickr Ged Carroll ]

chi modera i dibattiti presidenziali 2016

Motorola StarTAC Arcobaleno

Il Motorola StarTAC Rainbow era un telefono cellulare a conchiglia in edizione speciale prodotto da Motorola, ma offerto esclusivamente in Europa. Sebbene il classico StarTAC abbia la designazione speciale di 'primo telefono a conchiglia', il Rainbow era l'eccentrica variazione multicolore, simile al Volkswagen Golf Arlecchino , anche una variazione con colori simili del problema standard. Il telefono misura solo 98 x 57 x 23 mm ed era il telefono più leggero e costoso della sua epoca, con un prezzo al dettaglio di circa $ 1.000. The Rainbow è stata l'edizione ancora più rara e preziosa. Ne possiedo uno, anche se non è ancora funzionante negli Stati Uniti. The Rainbow sembrava una 'collaborazione' da sogno in un momento prima che esistessero collaborazioni di design esclusive come Off-White × Nike. La copertina è una topografia straordinariamente colorata di rosso pomodoro, azzurro cielo, verde corsa e giallo cadmio. All'interno, i pulsanti fluttuano come ellissi nere su un vivace campo giallo, incastonati su una copertura interna a conchiglia verde. Impeccabile. - F orest Young, capo del design e direttore globale, Wolff Olins

[Foto: HansRoht/ Wiki Commons ]

Motorola V220

Il Motorola V220 non è un bell'oggetto. Come tanti altri telefoni a conchiglia dei primi anni 2000, è stato perso nella nebbia della preistoria di iPhone, a parte lo strano Video pratico di YouTube di un modello malconcio, identificato solo come un 'vecchio cellulare Motorola flip-flop'. Mi ci è voluto molto tempo anche solo per capire quale telefono io e mia sorella abbiamo ricevuto per Natale nel 2003 (e alla fine, potrebbe essere stato un modello diverso). Quello che ricordo è aver scoperto la prima emoji che avessi mai visto sul suo nuovo schermo a colori mentre eravamo seduti in aeroporto il giorno dopo, probabilmente mentre andavamo a trovare i nostri nonni durante le vacanze, e mandando indietro migliaia di questi strani piccoli pittogrammi e avanti l'uno con l'altro, piangendo dalle risate, indipendentemente dal folle costo dei dati o dei nostri compagni di volo.

Sembra una cosa strana da trovare esilarante ora (specialmente quando esistono pacchetti di adesivi dei vecchi maestri). Ma era delizioso, come lo erano altri aspetti del suo design, dal soddisfacente scatto della sua plastica resistente alla magia del suo primo completamento automatico del testo. Questa era del design dei telefoni mancava dello splendore di Cupertino, ma guardando indietro, è stato l'inizio del mondo in cui viviamo ora. RIP, cellulare infradito. –Kelsey Campbell-Dollaghan , editore, Azienda veloce

[Foto: Soltys0/ Wiki Commons ]

Nokia 5110

Ricordo che mio padre mi prestò il suo Nokia 5110 per un lungo viaggio. Essere in grado di chiamare in anticipo per capire dove avremmo dormito quella notte sembrava fantascienza. È stato allora che ho anche iniziato a usare SMS (o messaggi di testo) per fare il check-in con amici e familiari. Ricordo di aver pensato che fosse proprio come IRC che puoi usare ovunque. È stato uno dei primi telefoni a venire con Snake, un gioco per telefono perfetto prima ancora che i giochi per telefono fossero una cosa. Queste due caratteristiche lo facevano sembrare più il futuro dei computer che il futuro dei telefoni. –Alex macinino , responsabile del design, Airbnb

[Photo: Luigi Bertello/Shutterstock]

Olivetti Miram by George Sowden circa 1988

Non è il più grande fan del lavoro del Memphis Group, ma bisogna ammirare le sottigliezze di questo telefono. Semplice, audace, un oggetto d'arte moderno, una meraviglia grafica, tutti tratti dominanti della straordinaria comprensione del design e dell'oggetto di Olivetti, che può facilmente adornare la scrivania di un designer oggi - ed è solo un telefono, niente di più. Bel lavoro, signor Sowden. –Eddie Opara , partner, Pentagramma

[Foto: Pericolo]

come imparare qualcosa in fretta?

T-Mobile Sidekick

Nel 2003, quando lavoravo a PC World magazine, abbiamo nominato Sidekick di T-Mobile, uno smartphone creato da una startup chiamata Danger, come nostro prodotto dell'anno. La decisione è stata tutt'altro che unanime, ma penso che regga bene: The Sidekick è stato il primo dispositivo a metterti in tasca la vera Internet piuttosto che una versione fondamentalmente stupida e zoppicante. Con uno schermo che ruotava verso l'alto per rivelare un'ampia tastiera QWERTY, il Sidekick aveva un aspetto simile a un PC, che aveva perfettamente senso nell'era prima delle interfacce multi-touch. Offriva un browser Web sorprendentemente utilizzabile e, ehi, questo era importante nel 2003, il supporto integrato per AOL Instant Messenger. Invece di avere un'influenza duratura, l'approccio di Sidekick a Internet mobile è stato spazzato via dall'iPhone; anche il cofondatore di Danger Andy Rubin ha seguito l'esempio di Apple quando ha supervisionato la creazione di Android. Ma il telefono ci ha fornito il giusto set di funzionalità al momento giusto, un'impresa sorprendentemente complicata che è sempre degna di essere celebrata. –Harry McCracken , redattore tecnologico, Azienda veloce

[Foto: supertramp/iStock]

Modello elettrico occidentale 500

Il telefono fisso standard Bell System dal 1950 al 1984 era il Western Electric Model 500. Di plastica, spesso nero, praticamente indistruttibile, decine di milioni in produzione. Era una semplice interfaccia a comando vocale per una vasta rete di telecomunicazioni globale di beni e servizi, ma potevi disattivare la suoneria durante la cena. Amo i miei smartphone, ma si lamentano, si lamentano e si aggiornano e hanno bisogno che mi prenda cura di loro ogni giorno. Prova come tutti noi potremmo fare in termini di puro design dell'interfaccia, niente si avvicina a prendere un telefono e sentire quel hmmmmmmmmm. –Paolo Ford, CEO Postlight